Pubblicato da: lary1984 | dicembre 3, 2007

Italia schiava delle quattroruote

Secondo l’Eurobarometro (summa delle statistiche annuali della UE), l’Italia si aggiudica il primato di utilizzo dell’auto con una media di 12.300 km all’anno, appena dietro di un migliaio al Lussemburgo ma molto maggiori rispetto agli 11.600 km annuali degli inglesi e ai 10300 dei tedeschi.

A causa inoltre dei poco efficienti servizi pubblici, l’Italia si merita anche il primato di diffidenza dei cittadini rispetto all’uso di bus, tram e quant’altro non sia mezzo privato (72% di italiani insoddisfatti rispetto al 58% della media UE). I cittadini italiani sono abituati a usare l’auto anche per tragitti cortissimi (circa 4 km), quando non sarebbe necessaria. Il problema dei mezzi pubblici pare sia la scarsa accessibilità, pochi mezzi e fermate lontane da casa; nonostante queste lamentele, siamo il paese che più di tutti riempie bus, tram e derivati.
Gli italiani sono fra i più grandi viaggiatori europei, con una media di 41 km al giorno (di cui 34 in auto), secondi di poco solo al Lussemburgo. Quelli che volano però sono ancora pochi rispetto alla Gran Bretagna e alla Spagna.

Grande problema anche gli aumenti delle tariffe (+ 11%) rispetto invece agli stipendi che si muovono verso l’alto con estrema difficoltà. Proprio la questione soldi potrebbe essere un asso vincente per convincere gli italiani ad abbandonare un po’ l’automobile (per cui si spende in media 1300 Euro l’anno – erano 780 Euro nel 2000), molto più che l’argomento inquinamento e rispetto dell’ambiente.

Dal mio punto di vista, sono costretta ad usare l’auto in quanto i mezzi pubblici hanno orari poco confacenti ai miei, ma appena posso cerco comunque di camminare. La mia vecchia auto è diventata però a GPL, un investimento non eccessivamente costoso (più costoso l’impianto a metano) e sostenuto da aiuti dello Stato, che permette di risparmiare sul carburante, di girare anche durante i blocchi del traffico e soprattutto di emettere meno inquinanti nell’aria. 

Annunci

Responses

  1. Noi spesso utilizziamo la macchina anche perché i collegamenti con la città sono spesso scomodi e gli orari improponibili. Quindi non abbiamo molta scelta. L’uso del gpl e del metano sono un’ottima cosa, infatti si nota anche dalla gran quantità di punto vecchio modello a metano sono state vendute, ormai tutte le case in scia alla fiat propongono carburante alternativo.

    In città come Milano e Roma sfido io a non utilizzare i mezzi pubblici, usa l’auto solo se vuoi morire, anche Reggio Emilia sta diventando veramente impraticabile negli orari di punta.

    In ogni caso se non si puntano investimenti sulle infrastrutture stradali, diventa difficile uscire dal problema!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: