Pubblicato da: lary1984 | dicembre 14, 2007

Informazione e politica sono i veri mali del Belpaese

Beppe Grillo porta al Senato le 350.000 firme raccolte per la legge di iniziativa popolare per un “Parlamento Pulito”. Ci arriva in risciò, accompagnato da alcune decine di sostenitori, e incontra anche il Presidente Marini.
A quanto pare la proposta verrà assorbita all’interno di altri disegni di legge, cosa che Grillo non ha molto apprezzato.
Secondo il noto comico genovese, se prima le iniziative popolari si svolgevano con persone che scendevano in piazza e manifestavano, adesso, con le nuove tecnologie, la storia cambia e le persone si ritrovano riunite virtualmente sul Web…questo Marini dovrebbe capirlo con un figlio che è ingegnere informatico!

“Marini si rende conto che il mondo sta cambiando e lui ha potuto fare quello che ha potuto fare e ai suoi tempi riempivano le piazze con milioni di persone, adesso la piazza è miliardi di persone in rete. E’ ovvio che siano un po’ spaventati”

Le richieste dei “grillini” riguardano tra le altre l’espulsione dal Parlamento dei condannati in via definitiva e la durata massima del mandato parlamentare di due legislature. ma soprattutto largo ai giovani: “Il Paese è da dare in mano a gente di 30 anni…“.

Grillo concorda sulla visione pessimistica del New York Times che ha descritto l’Italia come un Paese triste, pieno di malessere per la povertà, per la vecchiaia crescente della popolazione, per il peggioramento della qualità della vita, per i divorzi che crescono, la natalità che si abbassa, il lento sviluppo della tecnologia….mentre il mondo si sviluppa, l’Italia è bloccata dalle tante piccole corporazioni, dal debito pubblico, dal costo della politica…..
Secondo Grillo, il male dell’Italia non è solo la politica ma soprattutto l’informazione:

«L’informazione  è la vera depressione di questo Paese. L’informazione con i suoi limiti, con la sommersione di informazioni inutili, la gente è sommersa di ca…. È un mezzo destinato a scomparire, sarà assorbito dalla rete. La rete è la cosa più democratica che esista perchè c’è il contraddittorio».

Credo non ci sia nulla di più vero di questo su politica e informazione: la politica con le sue caste, i suoi discorsi a vanvera, i suoi costi esorbitanti e la nullafacenza generale ci porta via tempo e denaro senza fare alcuna riforma degna di nota e l’informazione diventa sempre più legata a temi inutili, effimeri, sempre più manipolata e standardizzata…per trovare il vero dibattito meglio guardare a fonti alternative come Internet! (www.corriere.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: