Pubblicato da: lary1984 | dicembre 21, 2007

Look: il film denuncia contro gli abusi della videosorveglianza

Il 14 Dicembre è uscito negli USA Look (www.corriere.it > spettacoli e cultura), il film di Adam Rifkin, basato su una provocatoria denuncia contro l’invasione della privacy negli Stati Uniti: “Trenta milioni di telecamere di sorveglianza negli Stati Uniti catturano l’immagine di un americano medio almeno 200 volte al giorno”, è questa la frase di lancio del lungometraggio.
Il regista ci vuole parlare con la sua pellicola del sempre più frequente e invadente voyeurismo elettronico autorizzato nelle strade (con gli autovelox ad es.), nelle banche, nei supermercati, in America ma anche in Europa, addirittura nei camerini di prova e nel bagni pubblici. E non solo le immagini sono sotto gli occhi degli agenti addetti alla sicurezza, ma capita spesso che finiscano in Internet!

Multato per aver passato un semaforo rosso e beccato mentre cantava una canzone dentro la sua auto, il regista ha deciso di dar vita a un film che parlasse di questa realtà; ha cercato luoghi reali e ha sostituito le telecamere di sorveglianza con videocamere ad alta definizione e ha messo in scena le sue storie con attori chiaramente professionisti. Ma non si è limitato a questo: ha utilizzato le persone che capitavano per caso sotto lo sguardo delle videocamere come comparse.

Si tratta di un’operazione di “guerriglia cinematografica”, il regista ha girato molte scene senza avvertire nessuno, ha provocato, cercando di far riflettere il pubblico su un problema così pregnante come l’invasione della propria vita da parte di estranei e senza alcun avvertimento.

Purtroppo gli Stati Uniti sono tristemente noti per questo genere di atti poco ortodossi, vedi lo USA PATRIOT ACT del 2001, secondo cui è possibile perquisire, spiare, privare dei diritti civili e arrestare chiunque sia sospettato di terrorismo senza ordine del giudice, senza avvertire e senza prove concrete! Speriamo che l’Italia non arrivi a questo livello di intromissione nella vita privata delle persone!

Annunci

Responses

  1. Che questo problema esiste lo si sapeva già da tempo e non serviva certo un film a farcelo ricordare, ma come si fa a dar contro a una società piena di telecamere che ci spaino tutto il giorno, quando soprattutto in Italia si presentano migliaia di ragazzi a provini del Grande Fratello per poter essere spiati dagli italiani 24 ore su 24.

    In più chiediamo continuamente maggiore sicurezza all’interno delle città, però non volgiamo le telecamere ad ogni angolo, allora come la si può avere questa sicurezza.

    Io nemmeno ci bado alle telecamere quando sono in giro, anche perché se uno non ha nulla da nascondere non credi che il problema sia venire registrato per 10 secondi all’interno di un nastro, mentre quando sei a casa sei spiato tutto il giorno via internet!!

    LOOK – Il film

  2. Ecco bravo Fede! Hai tirato fuori due questioni importanti:
    – la ricerca del successo tramite reality, si mette a repentaglio la propria privacy per avere denaro e fama
    – la violazione della privacy in internet.
    Per la seconda questione abbasserei i toni, in quanto è vero che cookies e spyware ci spiano, ma arrivare a dire che la privacy è in pericolo forse è un tantino esagerato nel senso che non abbiamo una telecamera in casa ecco…
    Per la prima questione, io non chiamerei la vita in un reality privacy ma piuttosto film in diretta, in quanto gli attori sono tutti preparati e pronti a recitare una parte….

  3. …viviamo in un reality, cari signori: purtroppo la realtà è questa.
    ma la domanda è: dove vanno a finire tutte le registrazioni della nostra vita??
    @lb
    http://videoalberto.wordpress.com/


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: