Pubblicato da: lary1984 | gennaio 1, 2008

La “svolta del clic” nelle P.A. italiane

L’hanno chiamata “la svolta del clic” e interesserà nel 2008 le pubbliche amministrazioni italiane. Basta code, carte e raccomandate e al via nuove norme per snellire i procedimenti burocratici, tramite la digitalizzazione e la dematerializzazione della documentazione usata nei pubblici uffici. Un risparmio che, solo per la carta, sarà di 472 milioni di Euro!!

“Il 2008 sarà l’anno cruciale, quello in cui proiettiamo l’Italia nel futuro” – Questo il messaggio del Presidente del Consiglio Romano Prodi alla conferenza di fine anno.
Anche se diversi processi burocratici sono già da tempo stati avviati sulla strada del digitale (e io me ne accorgo spesso e volentieri lavorando presso una commercialista…), l’idea sarebbe di estendere il modo elettronico a tutti i principali iter burocratici degli enti pubblici. Occorre soprattutto “far marciare la pubblica amministrazione, renderla snella e trasparente”.

Un esempio chiave della cosa: basta pensare a cosa è successo dal 15 al 22 dicembre con i tre clic day del ministero dell’Interno. Via Internet sono state sbrigate le pratiche per chiedere la regolarizzazione di 655 mila stranieri, mentre due anni fa sui giornali si leggevano le cronache di persone accampate fuori dagli uffici postali da 24 ore prima e i dettagli di bivacchi assai poco dignitosi per un paese evoluto. Due anni dopo è cambiato tutto. Con un clic, appunto, e un pc.

Questo anno e mezzo è servito soprattutto per fare quel lavoro di back office” – spiega Magnolfi, il sottosegretario per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione – “cioè di adeguamento delle strutture di un paese nato e cresciuto su carta e che deve diventare digitale, che oggi ci permette di far decollare certi servizi evitando il rischio, molto frustrante, di dover stare in coda davanti a un pc“. Come quando sei convinto di fare tutto con un clic e poi c’è sempre qualcosa che non funziona (e capita ancora troppo spesso). Questo lungo lavoro ha due pilastri.

  1. SPCsistema pubblico di connettività, a regime dal 30 Novembre scorso, cioè la Rete Intranet della P.A. A Marzo sarà operativo il regolamento, lo standard comune a tutti gli uffici.
  2. CIEcarta d’identità elettronica, disponibile in tutta Italia al costo di 20 €, strumento di identificazione del cittadino, chiave di accesso ai servizi informatizzati.

Dal 18 Febbraio 2008, nasceranno le cosiddette “comunicazioni uniche” (per ditte ma anche per privati cittadini), cioè l’espletamento di pratiche burocratiche, quali apertura di una nuova ditta, cessazioni, comunicazioni all’Agenzia dell’Entrate, senza muoversi da casa, tramite un pc, una connessione internet, l’uso della posta elettronica certificata e l’ancora poco conosciuta firma digitale, queste ultime che sostituiscono appuntamenti dal notaio (anche se la normativa non è precisa al riguardo, occorre prestare attenzione nel comparare una firma elettronica qualificata e una firma autenticata…non hanno lo stesso valore ancora!!) e firme su carta.

Digitalizzare e dematerializzare farebbe risparmiare al paese “dal 3 al 5 % sul prodotto interno lordo” (stima della società NetConsulting), inoltre ci guadagnerebbe anche l’ambiente. Bisogna però, non solo informatizzare le vecchie procedure, ma soprattutto cambiare la vecchia mentalità e, purtroppo, spesso e volentieri, è più facile cambiare le leggi che modificare la prassi. L’uso della firma digitale e della posta elettronica è ancora un ambito buio e sconosciuto ai più, occorre una campagna informativa e capace di lavorare contro le abitudini consolidate della lenta burocrazia italiana.

Annunci

Responses

  1. […] La città di Genova è diventata a tutti gli effetti una Città Digitale, nell’ambito del progetto di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni. Il Comune promuove infatti una serie di innovative iniziative in Rete: servizi web per cittadini, […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: