Pubblicato da: lary1984 | gennaio 4, 2008

Google renderà il sapere immortale

Qual è la più grande biblioteca universitaria d’Europa? La biblioteca dell’Università di Oxford, la Bodleian Library. Undici milioni di libri (o, per avere un’idea, si potrebbe anche dire 5 km di libri), addirittura al suo interno una linea, una specie di filo d’Arianna, aiuta i visitatori a non perdersi e a ritrovare la via d’uscita, il simbolo della “Repubblica degli Istruiti”, come amava definire questo luogo il suo fondatore. Ma, nonostante questa aurea di arcaicismo ed epoca vittoriana, è proprio in questi luoghi che Google ha “partorito” la sua idea più straordinaria: digitalizzare, trasferire in Internet, tutti i libri pubblicati in tutte le lingue nel passato, nel presente e quelli che verranno pubblicati in futuro!

Il progetto si chiama “Ricerca Libri”  (o dovremmo meglio dire il già esistente Google Books?). Se attualmente l’informazione digitalizzata dal potente motore di ricerca è il 10% di quella effettivamente esistente, Google ha intenzione di ampliare l’accessibilità della conoscenza, permettendo di estendere le ricerche a tutti i libri esistenti, dai più rari e antichi, ai più recenti. Una ricerca non solo su titolo o nome dell’autore, ma full-text, sull’intero contenuto.

Un tale progetto di questa vastissima portata richiede tempo, risorse ma soprattutto ottimi cataloghi. Google ha, a tal fine, creato una patnership con le maggiori biblioteche universitarie d’America e, attualmente, anche con cinque biblioteche universitarie europee, compresa quella di Oxford: “per espandere sempre di più il sapere, la comunicazione e l’accesso alle informazioni”.

E’ importante anche la patnership con gli editori, i quali possono mettere in rete i cataloghi e i libri fuori stampa.
Il servizio proposto da Google è naturalmente gratuito. Per quanto riguarda il copyright, i libri sottoposti a diritto d’autore vengono mostrati solo in parte (copertina e qualche pagina come già accade) con un link all’editore per l’acquisto. Per gli altri libri non coperti da diritti la consultazione riguarda l’intero volume.

Perchè Google ha deciso di impegnarsi in questo progetto? “Lo facciamo perché rientra nel nostro impegno a democratizzare l’accesso alle conoscenze umane”. E allora come ci guadagna? “Ci guadagniamo con le inserzioni pubblicitarie che gli editori possono fare, se vogliono, in una colonnina di destra dello schermo […] “Il risultato è che si vendono più libri, non meno, gli editori e gli autori entrati nel nostro programma aumentano le vendite […] “E per i milioni di testi contenuti nelle biblioteche, il vantaggio è che ora chiunque può consultare libri antichi senza spostarsi da casa propria, digitando semplicemente alcune parole chiave sul computer”.  Internet permetterà a libri e conoscenza di vivere per sempre anche se in formato diverso.

Annunci

Responses

  1. Ciò che Google sta creando attraverso questa innovazione è una delle cose più importanti per la trasmissione del sapere che con internet è a portata di mano, ma che purtroppo con i diritti di Copyright resta ancora una cosa molto limitata.

    Negli ultimi giorni si è parlato molto di questo problema anche a livello dei beni culturali di cui il nostro paese gode, siamo pieni di belle opere, ma purtroppo per colpa di una legge sui beni culturali questi non possono essere riprodotti su internet, così da limitarne la visione solo a chi ha la possibilità di trovarsi sul posto!

    Sarebbe comodo per gli studenti o anche solo per gli appassionati di arte aver a disposizione la visione delle opere direttamente dal video del proprio PC, ma ancora dovremmo aspettare. Google si cimenterà anche in questa sfida? Mai dire mai!

  2. Molto bello, interessante e affascinante è l’articolo pubblicato sulla Repubblica venerdì 4 gennaio 2008 in merito all’argomento…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: