Pubblicato da: lary1984 | gennaio 27, 2008

Il terribile Joker ha ucciso Heath Ledger?!

Il fatto che più ci ha sconvolto questa settimana, soprattutto le persone che, come me, amano il cinema, quello che fa riflettere, che discute temi difficili, che è in grado di emozionare non tramite effetti speciali, ma grazie all’intepretazione degli attori e la costruzione perfetta delle ambientazioni, è stata la morte improvvisa di Heath Ledger, uno dei due protagonisti de “I segreti di Brokeback Mountain”, con ruolo di spicco in “Paradiso + Inferno” o ancora ricordato come lo stupendo “Casanova” del film omonimo.

Cosa può avere causato la sua morte? Attore affascinante, di successo, giovane e ricco…Quale ragione poteva avere per togliersi la vita? E’ stato davvero un suicidio o si tratta di un banale incidente? Queste le domande che tutti i suoi fans e i suoi colleghi si pongono.

Ecco allora che arriva una risposta originale a questi interrogativi. Una risposta che cerca di entrare nel lato più psicologico e personale dell’artista, una risposta che fa nascere ulteriori dubbi ma che non poteva essere più affascinante per un attore del calibro di Ledger.

La morte di Ledger ha il volto del Joker” titola Il Corriere della Sera di oggi. Eh già perchè in questi ultimi giorni, Heath stava girando il nuovo capitolo della saga di Batman, “The Dark Knight”, interpretando il ruolo del clown psicopatico, perfido, serial killer, incapace di comprensione e privo di lati positivi, Joker.
Pare che l’attore, per interpretare al meglio questo difficile ruolo, per entrare nella psicologia e nel carattere del personaggio, per identificarsi totalmente nella storia, abbia vissuto per un mese da solo in una stanza d’albergo, tenendo un diario per annotarvi pensieri e sentimenti del personaggio, leggendo libri gialli e horror. Questo lavoro aveva un altissimo costo psicologico ed emotivo che gli impediva addirittura di dormire la notte, gli imponeva di assumere calmanti e sonniferi. In una intervista pare che Heath abbia raccontato di non riuscire a smettere di pensare, di essere esausto e di necessitare continuamente di farmaci per vivere normalmente.

Insomma un tormento che divorava quest’uomo giorno e notte, il tutto per avere un’interpretazione eccezionale nella pellicola in lavorazione. Il Joker di Ledger appare infatti spietato, terrificante, folle e disperato, arrivando a livelli di brutalità e violenza impensabili anche da chi lo ha interpretato prima di lui (Jack Nicholson).

Questa vicenda ha tutti i risvolti per essere vista come un mistero di inaudita forza psicologica, di capacità della mente di identificarsi talmente bene con un ruolo arrivando a subirne conseguenze disastrose nella vita reale. Fa paura pensare che un attore, per migliorare le sue performance artistiche, possa arrivare a tanto, probabilmente la sensibilità e l’emozionalità del carattere di Ledger erano del tutto particolari (basti pensare all’interpretazione profonda del cowboy omosessuale di Brokeback Mountain).

Forse un giorno si girerà un film sulla vita di quest’uomo fuori dal comune…nel frattempo vorremmo ricordarlo così

Riflessioni sul film “Il cavaliere oscuro” ( 27/07/2008 )
Ieri sera sono finalmente andata al cinema a vedere il nuovo batman del regista Nolan.
Premettendo che la sala era gremita e l’aria condizionata quasi inesistente, di conseguenza si sudava e c’era una sensazione persistente di svenimento (rafforzata dalla presenza di due uomini di 150 kg accanto a me che impedivano il benchè minimo passaggio d’aria), la visione di questo film mi ha un po’ deluso.
Sicuramente la delusione è stata acuita dalle condizioni del locale, ma credo che il film sia stato eccessivamente lungo ed eccessivamente intricato: troppe storie legate insieme e chiuse con un finale un po’ buttato lì per portare a un dunque le diverse traiettorie aperte e lasciate in sospeso.
Ma io non ero comunque andata al cinema per vedere “il film” in sè (non sono mai stata una grande appassionata di supereroi), bensì per l’interpretazione di Heath Ledger e del suo Joker.
Ecco, per quanto riguarda questo aspetto, sono rimasta sicuramente soddisfatta: credo che valga la pena vedere questo film solo e soltanto per la presenza dello psicopatico Joker e dei suoi giochetti maligni.
Bravissimo Heath Ledger, c’è passione, c’è immedesimazione nel personaggio, forse fin troppa, ma di questo e della triste fine del mio attore preferito abbiamo già parlato tanto…

Annunci

Responses

  1. A onor di cronaca, mi sembra doveroso puntualizzare questo spazio sulla morte del bravo Heath con la notizia comparsa oggi su Repubblica:

    Heath Ledger non si è suicidato
    “Morto per un tragico incidente”

    All’origine del decesso, secondo il medico legale che ha eseguito l’autopsia, ci sarebbe una overdose accidentale di farmaci. “Mister Ledger è morto a seguito di un’intossicazione acuta, dovuta all’effetto combinato” dei farmaci, spiega il New York Medical Examiner Office, “un abuso dei medicinali prescritti dal medico”.

    Abuso accidentale o meno, comunque la vicenda di Ledger è destinata a segnare la storia del cinema per il suo alone di mistero.

  2. Proprio oggi sul Corriere, si parla di un diario delle ultime ore di vita di Heath Ledger.
    In apparenza il diario sembrerebbe l’originale racconto di ciò che è successo quella tragica notte, in realtà si tratta di una ricostruzione ad opera di una giornalista (Lisa Taddeo) pubblicata come originale dalla rivista “Esquire”.
    Il New York Times, padrino del giornalismo serio, si è subito scagliato contro la rivista, rea di aver pubblicato un documento palesemente falso.
    Le considerazioni e le opinioni espresse nel diario fasullo non sono altro che idee già conosciute dell’artista, rielaborate a dovere dalla scrittrice.
    Il direttore di “Esquire” si difende dicendo di aver pubblicato il documento come racconto e non come diario e di non averlo citato in copertina proprio per evitare polemiche. Secondo il direttore si tratterebbe di “nuovo giornalismo”.

    Ma cos’è questo “Nuovo giornalismo”?
    Il “nuovo giornalismo” è una sorta di romanzo verità, fu inventato negli Anni sessanta da ex cronisti diventati scrittori come Tom Wolfe e Gay Talese, una finzione quindi che è modellata sulla realtà dei fatti e i cui confini fra vero e falso non sono così netti.

  3. forse sarebbe meglio onorare la morte di heath ledger dicendo soltanto che era un talentuoso attore, senza fare congetture fantasiose proponendo una banale teoria di pessimo gusto che lega la sua morte a una parte per un film…quante volte si sarebbe dovuto uccidere Jack Nicholson?

    la cosa più triste è che appena si sente di una morte avvenuta per overdose si pensa subito ad un suicidio, non si ragiona neanche per un attimo e soprattutto non si ha il beneficio del dubbio, ma si è pronti solamente a sparare p****nate e a giocare a fare i fantasiosi sognatori di eventi surreali…….se fossi stata una familiare stretta di ledger come ti saresti sentita se 5 giorni dopo la sua morte avessi letto in un blog che alcune persone pensano che il tuo parente (magari fratello, magari figlio) si sia ucciso con dei farmaci o sia comunque diventato dipendente da essi soltanto perchè aveva una parte in cui faceva il cattivo?

    è bello scrivere su un blog, ma pensiamo di più prima di farlo.

    ciao,
    andrea.

  4. Sai una cosa Andrea? La spiegazione più bella che potrei dare come parente, moglie, figlia o fans di questo attore meraviglioso è proprio quella che ho messo qui nel blog. Non mi piacerebbe pensare che Heath fosse un drogato, non mi piacerebbe pensare che sia stata una dose sbagliata… preferirei pensare (con una vena di romanticismo se vuoi) che il suo lavoro e la sua sensibilità fossero talmente fuori dal comune da entrare in lui più del dovuto.
    E se leggessi i commenti all’articoli, noti che ho precisato più volte che si tratta di una storia bella ma surreale probabilmente e che si è trattato a onor di cronaca molto più con certezza di un incidente. Put***ate o meno come dici tu, a me piace pensare che sia davvero successo così, lo trovo molto più “poetico” di una morte accidentale di un banale drogato o quel che vuoi tu.

  5. quindi ti piace fare fantasie poetiche sulla morte di una persona? non c’è niente di poetico nella morte.

  6. La morte non è in sè poetica, ma piuttosto che vedere la cruda realtà di una morte assurda di un personaggio che amavo preferisco pensarla come una surreale favola… mi fa stare meglio!!! Trovo veramente impietoso che un uomo bravo, bello e ricco possa morire da drogato e che c’è di male a cercare di vederla diversamente?

    Per informazione, stasera probabilmente andrò a vedere il film e potrò farmi un’idea precisa dell’interpretazione, anche se alcuni mi hanno già parlato di un lavoro eccezionale e fuori dal comune per il ruolo di Joker…

  7. te lo posso confermare, oltre all’interpretazione veramente superiore, anche la contestualizzazione del joker fatta da nolan è geniale, infatti joker non ha passato, ed è quindi un personaggio assoluto. poi ci sono moltre altre cose che nolan ha fatto rispetto al fumetto, elementi e dettagli che rendono il film molto poco da supereroe e molto più vicino alla realtà….mi dirai poi dopo averlo visto.

    cmq tu hai scritto “Trovo veramente impietoso che un uomo bravo, bello e ricco possa morire da drogato” ora non so se l’hai scritto per fare un discorso generale, ma cmq è stato accertato che ledger è morto per un mix accidentale di farmaci, e infatti la famiglia ha denunciato il medico che lo stava seguendo……io trovo che sia molto più dignitoso per la figura di ledger e dei suoi familiari sapere che è stato un incidente a ucciderlo, e non una sua qualsiasi debolezza (perchè anche farsi prendere totalmente dal proprio lavoro, dalla propria arte è una debolezza, te lo dico per esperienza)quindi ti rinnovo l’invito a pensarla diversamente, poichè personalmente credo che tu non tenga conto (in questo caso) della disperazione generata dalla morte, ma vivi la cosa come una bella storia a cui pensare, forse perchè anche se ti può dispiacere che è morto comunque non lo hai mai conosciuto e a parte la mezz’ora in cui puoi pensare a ledger poi il resto della giornata lo vivi come gli altri giorni, cosa che non succede invece alla moglie e ai genitori di ledger…

  8. “Abuso di medicinali prescritti dal medico”… bisogna vedere se è stato il medico a sbagliare la prescrizione o se Heath a esagerato nel prenderli per un qualche motivo…! Beh certo io non ho mai conosciuto purtroppo Heath e quindi non posso sapere nulla di personale su di lui, ma da fans preferisco vedere la sua morte così! Io parlo da semplice amante di Heath come attore, non posso parlare altrimenti… i suoi parenti sicuramente hanno un’altra visione rispetto alla mia! Certo dedicare la vita al lavoro è una debolezza ma per un attore significa anche talento e grande sensibilità… Detto questo domani dovrei pubblicare un commento al film sempre all’interno di questo post, vieni poi a dare un’occhiata!

  9. ehi allora il film?????

  10. Non hai visto???? ho scritto il commento al film appena sotto questo articolo su Heath Ledger, rileggiti l’articolo e lo vedi!

  11. Acuita…non acquita

  12. Hai ragione Lars… che erroraccio!!! correggo subito!!

  13. Lunica cosa che si può dire è che ledger era un grande attore e nell’interpretare joker ha dato il meglio di se… quando sono andato a vedere il cavaliere oscuro la sua interpretazione mi ha sconvolto… riusciva a far trasparire la pazzia e la psicolabilità di joker solo dallo sguardo, e bisogna considerare che joker è un personaggi complicato pazzo ma con un modo di vedere il mondo tutto suo differente dai soliti cattivi che fanno tutto per soldi… è stata sicuramente la migliore interpretazione di joker che io abbia mai visto.

  14. vabbè è stata un’eccellente interpretazione, che ha superato anche quella di nicholson, però fare un discorso su una migliore intepretazione come se ci fossero state decine di film sul soggetto mi pare eccessivo! sicuramente le prove d’attore migliori sono state prima di tutto quella di ledger, poi quella di eckhart, e poi le altre, compresa quella di bale che non è arrivata al livello dei “cattivi” secondo me a causa del doppiaggio approssimativo a livello enfatico (come è stato per batman begins)

  15. a me Bale non è piaciuto molto, temo che sia stato “oscurato” (scusate il gioco di parole) dalla tragedia di Ledger… infatti pare che per far parlare di sè sia nata quella storia di lui che ha picchiato la moglie… Credo che ottime interpretazioni (a parte Joker) in quel film non ce ne siano state, per questo mi ha deluso… insieme al fatto che la trama era complessa ed eccessivamente lunga…

  16. Non dimentichiamoci che lo stesso Ledger ha ammesso che i farmaci li acquisiva in quanto dopo lo “studio” effettuato sul personaggio di Joker non riusciva più a riprendersi, psicologicamente, infatti, ha affermato che era fisicamente esausto, ma il suo cervello continuava ad andare a mille.
    Inoltre non riusciva a dormire più di 2 ore a notte se non con l’aiuto di farmaci.
    Quindi la morte è avvenuta accidentalmente, causa mix di farmaci, ma l’acquisizione di questi farmaci è stata comunque conseguenza del “personaggio Jocker”.
    Lo stesso Nicholson dopo la morte di Ledger ha affermato di averlo messo in guardia dal ruolo di Joker.

  17. andate a fare in culo pseudo-critici della mi fava, un sapete neanche stare seduti sulla poltroa godendovi un film di tre ore. inoltre oltre all’interpretazione di ledger e joker quale cazzo di prestazioni avreste voluto ‘ dagl altri personaggi he ormai si conoscono ed appaiono di routine , cazzoni !?

  18. ecco un esempio qui sopra di una persona che non sa usare il blog per discutere in modo civile, lo tengo come monito che sia d’esempio di inciviltà per tutti…

  19. Sono d’accordo, vergognati!!!!

  20. Ho trovato questo blog casualmente, proprio perchè cercavo una foto di Ledger nei panni del Joker..La sua interpretazione mi ha sconvolto, e, a malincuore, ammetto che sia arrivato ai livelli (se non più in alto) di Jack Nicholson, il mio attore preferito. Comunque credo che la sua bravura sia da affiancare alla figura del Joker nel film specifico, con un profilo molto più spesso e filosoficamente elevato di quella del primo inimitabile Batman burtoniano. Per quel che riguarda la morte di Ledger, credo si tratti di una triste casualità che spesso colpisce i grandi del cinema e della musica…pensarla legata al suo ultimo personaggio non mi sembra romantico, piuttosto inquietante e terrificante..è come pensare a Ledger morto con il sorriso digrignato e il trucco sbaffato. Preferisco una “normale” tragedia holliwoodiana, che ha trascinato nel vuoto un grande attore, speriamo non nell’oblio…!

  21. Ragazzi ieri ho visto il film e l’interpretazione di Ledger mi ha sconvolta totalmente…è stato straordinario nella sua brutalità.
    Credo proprio che se ne sia andato un ATTORE!
    Buona giornata a tutti
    Silvia

  22. si beh, io non condivido gli interventi di sean e lary, però c’è modo e modo di parlare, anche di sminuire o disprezzare la tesi altrui, senza magari risultari scurrili, diciamo farlo con classe ecco….le parolacce non servono, anche se il concetto un pò lo condivido…non si può continuare a pensare che il ruolo del joker sia stato causa della depressione e morte di ledger dai, stiamo fantasticando….stancante quanto ti pare, ma deprimente no, anche perchè cmq anche se è morto, c’ha preso molti soldi per quel ruolo, più una popolarità assurda già da prima del film e prima della sua morte, quindi le cause della sua depressione devono essere altre; poi anche la storia di nicholson che mette in guardia ledger per il ruolo mi sa molto di film nel film….un’ultima cosa su bale: è stato denunciato, quindi non credo che si è inventato una fregnaccia (termine romano, vuol dire menzogna, bugia, panzana, fandonia….) del genere per popolarità, anche perchè ha affermato che erano diventati molto amici, e la perdità di ledger lo faceva soffrire molto, non credo perciò che sia stato così spietato da giocare con la morte di una persona a lui vicina….

  23. Grazie a tutti per i commenti, anche ai nuovi arrivati su questo blog, scusate ma sono tornata stanotte dalla sardegna e non potevo controllare questo spazio da là!!
    Casualità o meno, come ho già detto, mi piace pensare a questa brutta storia in termini un po’ surreali perchè la morte è una brutta cosa e quando arriva in giovane età, e per di più in modo non naturale, lo è ancora di più!! Poi chiaramente non possiamo sapere cosa realmente è successo, ognuno può vederla in modo diverso… proprio per questo ho aperto questo dibattito, ma anche per perlare del film…

  24. ok, allora parliamone, magari!

  25. […] – Twilight the Movie, aspettando il film che ci farà sognare (quasi 11.000 visualizzazioni) – Il terribile Joker ha ucciso Heath Ledger?! (circa 4.000 visualizzazioni) – The 2007 Best “Vaporware” (oltre 2.000 […]

  26. […] fatto mette in allerta sulle possibili emulazioni di personaggi cinematografici contorti come il Joker appunto o, possiamo immaginare, Jigsaw l’enigmista. Film di questo calibro possono innescare […]

  27. cmq il grande joker rmarra sempre nella mente di tutti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: