Pubblicato da: lary1984 | febbraio 4, 2008

Spazio ai giovani, ma solo se istruiti!

In occasione del lancio del concorso Imagine Cup 2008 promosso da Microsoft e rivolto a 100.000 studenti di nazionalità diverse (ricerca di soluzioni a problemi concreti tramite le nuove tecnologie e la propria creatività, quest’anno sul tema dello sviluppo sostenibile), Bill Gates ha parlato agli studenti della Sorbona di Parigi, spronandoli all’uso della propria intuizione e genialità, in quanto, secondo il ricco imprenditore, è proprio dalle menti dei ragazzi 25enni o anche più giovani che può nascere l’innovazione e le grandi scoperte necessarie al mondo moderno.

Quando si diventa grandi si perde quell’incoscienza, quel coraggio, quella capacità di uscire dagli schemi che è tipica dei ragazzi ventenni (questo pensiero mi ricorda molto le parole del prof. Mercurio…). E’ il coraggio di osare che spesso porta a risultati inattesi e successi di alto livello.
L’esperienza degli adulti spesso diventa un limite alla capacità inventiva e al genio della mente. Largo ai giovani quindi, perchè sono loro il motore dell’innovazione futura!

Questo pensiero ottimista di Gates però ha un paletto: è necessaria l’istruzione, su questa gli Stati devono investire, perchè è l’educazione la base del genio e dell’inventiva dei ragazzi. Gli USA investono molto in istruzione, mentre l’Europa molto meno (basta vedere quanto l’Italia sia statisticamente meno preparata soprattutto nelle materie scientifiche rispetto agli altri Stati, anche europei). I distretti tecnologici americani sono nati proprio dove sorgono le università di maggior prestigio: formazione e idee vanno supportate in un cammino comune.

Un bel discorso da parte di Gates, di grande fiducia verso le nuove generazioni, ma anche un avvertimento sul ruolo fondamentale delle istituzioni nell’istruzione dei ragazzi. Non si può che accogliere questo pensiero con un po’ di vergogna verso il mito americano, ma anche, credo io, con una spinta maggiore a migliorare le nostre scuole e le nostre università al fine di dimostrare che con un po’ di cultura in più anche noi possiamo dare un contributo importante all’avanzamento delle conoscenze. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: