Pubblicato da: lary1984 | febbraio 20, 2008

Come ingannare i motori di ricerca per salvare la faccia

La vostra reputazione è in pericolo sul Web? Sono uscite notizie cattive o denigratorie nei vostri confronti? Volete ricostruire il vostro nome e la vostra fama? Niente paura, due società londinesi, “Tiger Two” e “Distilled“, e una società californiana, “Reputation Defender“, permettono, al costo di migliaia di Euro al mese, di metter in secondo piano nei motori di ricerca le notizie sgradite sul proprio conto. Articolo negativi e foto compromettenti non compariranno più nelle prime pagine di Google.

Gli «spazzini della rete» provvedono, infatti, a creare link positivi del cliente che vanno a sovrapporsi agli attacchi di solito volgari, ai rimandi negativi che di solito attraggono numerosi link sulla Rete. Nei casi gravi, si arriva addirittura a considerare queste maldicenze come veri e propri abusi penalmente rilevanti se toccano argomenti delicati. Per questo è utile un servizio che possa confinarli nelle ultime pagine dei motori, dando rilevanza alle notizie positive.

La domanda per il servizio è molto elevata soprattutto per i vip e per gli uomini d’affari di alto profilo. Considerato che, nonostante i siti web che pubblicano materiale diffamatorio possono essere denunciati, spesso è difficile risalire al vero responsabile visto l’elevatissimo numero di ricerche effettuate ogni giorno su Google ed è davvero difficile, per non dire impossibile, che una persona possa controllare quanto viene scritto sul suo conto, questo servizio innovativo risulta di estrema importanza per chi con la faccia ci deve lavorare e convivere quotidianamente.

Il costo si aggira tra i 2.600 e i 6.600 Euro al mese per le società londinesi, mentre per quella californiana si va dai 17.000 ai 400.000 Euro l’anno. Inoltre le società forniscono anche un servizio di monitoraggio per i genitori che consente di controllare l’eventuale pubblicazione da parte dei figli di materiale inappropriato sulle pagine di MySpace e Facebook.

Annunci

Responses

  1. Sono incappato causalmente nel sito http://www.reputationdefender.it qualcuno ne sa qualcosa di più?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: