Pubblicato da: lary1984 | febbraio 23, 2008

30 Giorni di Buio: il mio primo vampire movie

Per gentile concessione di RadioBruno che, dopo diversi tentativi nulli, mi ha premiato (ha premiato la mia costanza nel riprovarci ogni volta) nel concorso cinema con due biglietti omaggio, sono andata finalmente a vedere il film 30 GIORNI DI BUIO.

Si tratta di un thriller girato nel 2007 tra Usa e Nuova Zelanda. Il film prende spunto dal fumetto di Steve Niles e Ben Templesmith ed è diretto da David Slade (autore soprattutto di videoclip finora, ad esempio di band come Muse e cantanti come Tori Amos). Il genere è horror ed è prodotto da Sam Raimi, regista anche di Spider Man, famoso per il suo montaggio veloce, a scatti, per coprire molte azioni in un breve lasso di tempo e inquadrature di fumo o nebbia.

La trama, riprendo da Wikipedia, parla di una cittadina (Barrow – Alaska) che si sta preparando per gli annuali “30 giorni di buio”, quando tra novembre e dicembre non sorge il sole per un mese esatto. Dopo l’arrivo in città di uno straniero, iniziano a verificarsi fatti misteriosi, come alcuni sabotaggi, la distruzione di molti cellulari, la manomissione di tutti i mezzi di comunicazione e la barbara uccisione di molti cani. Lo sceriffo Eben Oleson (il bel Josh Hartnett) inizia ad indagare per far luce su questi avvenimenti. Ma i sonni degli abitanti avranno vita breve perché un gruppo di vampiri assetati di sangue arriva in città e, agevolati dal lungo periodo di oscurità, faranno molte vittime facendo scorrere tanto (troppo dico io ma in fondo si tratta di un film horror con tendenze splatter) sangue. Un gruppo di sopravvissuti, tra cui lo sceriffo Eben Oleson, sua moglie Stella e suo fratello Jake, riusciranno a rifugiarsi in una soffitta, luogo che però non rimarrà sicuro a lungo. Per il gruppo di superstiti inizia una lunga lotta per la sopravvivenza aspettando il sorgere di una nuova alba.

Film sostanzialmente carino, bell’ambientazione (anche se chiaramente un po’ statica in quanto tutto si svolge nello stesso luogo), poca colonna sonora (più che altro si tratta di rumori e suoni sinistri alimentati dalle urla dei vampiri), un bravo attore protagonista che forse si fa più notare per la sua bellezza che per il suo ruolo, tendenza splatter un po’ fastidiosa ma più accettabile rispetto ad altri film in cui il sangue fa da padrone(mi vengono in mente “Creep il chirurgo” e “Le colline hanno gli occhi”). E’ uno dei primi vampire movies che vedo, sicuramente lontano dal prossimo in programma “Twilight”, e devo ammettere che l’argomento mi è congeniale. I vampiri rispettano sostanzialmente le caratteristiche base descritte anche nei libri (tipo Twilight appunto) anche se non si capisce come siano disturbati dalla luce di una lampada e non dal forte chiarore del fuoco…
A tratti esagerato ma rende bene l’idea dell’odissea di dolore, paura e morte…io ci avrei piazzato qualche musica gothic o metal ma il giudizio resta comunque sufficiente.

Annunci

Responses

  1. Tutto sommato abbiamo la stessa linea di pensiero riguardo questo film, che ho trovato più che sufficiente per recitazione, dinamiche e rappresentazione dei vampiri, affascinante per ambientazione ma a tratti poco convincente, per non citare lo stucchevole finale.
    Saluti,

    Luca


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: