Pubblicato da: lary1984 | giugno 30, 2008

Una storia vera alla ricerca della felicità

Lago di Endine
Ieri mi è capitato per la seconda volta di recarmi a Ranzanico, un piccolo paese della provincia bergamasca che sorge accanto al Lago di Endine.
Qua hanno deciso di vivere due anziani, lei una professoressa di francese in pensione e lui un ingegnere nucleare (con grande esperienza di spedizioni in giro per il mondo: Alaska, Polo Sud…), originari del bolognese. Non si sono mai potuti sposare perchè il figlio era contrario al divorzio del padre dalla prima moglie (sua madre naturale) e hanno vissuto dunque una vita intera da conviventi “illegittimi”.
Alla soglia degli ottant’anni suonati e alla morte della moglie reale dell’anziano ingegnere, hanno definitivamente preso la decisione di trasferirsi nella loro casa accanto al lago.
E da qui sono nate le prime grandi difficoltà: lui è vittima di un ictus che gli impedisce di camminare con sicurezza e di guidare (quindi non può fare ritorno a Bologna), lei è in carrozzina a causa di una malattia alle gambe. A Ranzanico non è facile vivere per una coppia di anziani con difficoltà motorie. Il paese è tutto costituito da salite e discese, abbarbicato sulla montagna, con pochi servizi se non qualche ristorante turistico. Le badanti sono difficili da trovare e devono avere la patente, altrimenti come arrivano in questo desolato paesino turistico?
A complicare le cose pochi sono i parenti che possono venire a dare una mano, se non il figlio dell’uomo che da Bologna poco può fare, se non cercare un possibile ospizio nei paesi vicini a Ranzanico, perchè si sa gli anziani spesso sono testardi e da lì non si vogliono muovere.
E così ti trovi davanti una coppia legata da un profondo amore, che finalmente ha realizzato il sogno di vivere senza legami in un luogo tranquillo immerso nel verde e nella pace, ma le condizioni di salute precarie e la posizione territoriale di nuovo impediscono di vivere al meglio questa situazione. Si pone un bivio: rinunciare al sogno e tornare in città o decidere di “lasciarsi morire” per i propri ideali?

Advertisements

Responses

  1. Grazie per questo blog: veramente molto bello.

    Vi segnalo un altro blog utile a chi ha intenzione di mettersi in viaggio: http://worldsitetravellers.wordpress.com/

    Ciao

  2. seguire la vita…. chiedersi cosa li farebbe viver meglio e seguire quella strada

  3. Adoro i diari di viaggio… grazie Federuco!!!

    Grazie a entrambi, vi aspetto ancora sul mio blog!

  4. @Lary1984 -> Mi viene da ridere … domenica sono passato pure io da ranzanico … sai?

    Ad ogni modo … penso che sia un posto bellissimo da stare … merita 🙂

    il mio blog è una sorta di diario di viaggio delle mie avventure sportive … se vuoi leggerne qualcuna ti aspetto. ciao 🙂

  5. @ Innovatel:

    Cosa ci facevi a Ranzanico? giro in bici 🙂 ?
    Sì bello come posto ma molto molto umido, faticavo a respirare…è come stare in pianura…
    Però a Ranzanico c’è poco, preferisco Sirmione o cmq la zona del lago di Garda….
    Ho già dato un’occhiata al tuo blog ieri, interessante….
    Passa quanto vuoi da qui!!!

  6. @Lary -> Domenica sul lago era una situazione a dir poco oscena. Grazie di essere passata … ti riaspetto … appena ho tempo vorrei scrivere di domenica al lago 🙂

  7. @ Innovatel:

    Quando scriverai qualcosa sul lago di Endine, vieni qua e dimmelo cosi vengo a leggere e a commentare…

  8. […] La cosa buffa è successa il giorno dopo quando ho scoperto che anche Lary1984 era a Ranzanico (Una storia vera alla ricerca della felicità) ma per altri […]

  9. Visto che sono stato bravo? 🙂

  10. Bravissimo, ti meriti il passaggio diretto nel mio blogroll, sezione amici…
    Posso sperare in un ricambio del favore? 🙂

  11. Perche’ non organizzare una domenica di festa a Ranzanico con tanto di matrimonio e personaggi al seguito? Sicuramente con un pochettino di impegno una brava e cortese badante la si riesce a
    recuperare.
    L’amore non ha tempo e non misura le distante!
    Oggi 22 luglio sono stata a Ranzanico per la prima volta nella mia vita , per motivi di lavoro, ed ho passeggiato al lago di Endine , un luogo d’incanto.
    Fatemi sapere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: