Pubblicato da: lary1984 | ottobre 2, 2008

Reality vs. Comicità, una sfida in tv

Leggevo proprio ora sul sito di TGcom (www.tgcom.mediaset.it), che nella sfida tra il reality “L’isola dei famosi” e il programma comico ormai storico “Zelig” ha vinto quest’ultimo con uno share tra il 25% e il 38% contro il 20% del reality di Simona Ventura.
Premettendo che io non guardo assolutamente (e non ho mai guardato in passato) “L’isola dei famosi“, quindi non ho grandi metri di valutazione sul tipo di show proposto, sono molto felice per questo risultato di “Zelig“.
Anche se ultimamente non era più così divertente come in passato, quando erano ospitati grandi comici come Ale & Franz, Ficarra & Picone e Sconsolata (per citarne qualcuno), devo ammettere che Lunedì l’ho rivisto con piacere, soprattutto quando hanno calcato il palco grandi nomi del passato di “Zelig“, come Migone (che ho visto anche dal vivo anni fa a Correggio), Cevoli, Bertolino e Manera (un po’ più deludente nel nuovo skatch rispetto a quello vecchio solista).
Mi dispiace che spesso si scada un po’ in argomenti volgari e sessuali, pur di attirare le risate della gente in teatro e da casa (anche se a me la volgarità non fa mai ridere, pure se in forma di semplice allusione), però bisogna ammettere che la comicità paga molto di più dello spiare la vita (finta) di persone “abbandonate” su un’isola.

Visto il successo del precedente post sulla TV, vi lancio un nuovo quesito. Che ne pensate di Zelig? è ancora un tipo di comicità semplice o anche questo programma è contaminato eccessivamente di erotismo e volgarità?  Chi vince per voi questa sfida fra reality e comicità? a voi la parola miei lettori!! 🙂

Annunci

Responses

  1. Avevo visto anche io che Zelig aveva battuto la Ventura con più di 6 milioni di telespettatori, Zelig una volta arrivava anche a 8! L’isola in ogni caso ha retto alla grande il contraccolpo di Zelig mantenendo i suoi ascoltatori sopra i 4 milioni di telespettatori. Questo cosa vuol dire? Significa che le persone che guardano l’isola non l’hanno abbandonata per vedere Zelig che è stato visto da tutti gli altri visto che il Lunedì in TV non c’è niente.

    Premetto che io l’isola non la guardo perché tra i reality è quella che mi piace meno. Però anche Zelig ormai sono sempre le stesse cose e dopo un po’ stancano! Io preferisco Clolorado, per me è più divertente, in Zelig molti comici non mi piacciono! In ogni caso programmi che facevano ridere come mai dire gol non ci sono quello è il top, non siete d’accordo?

    In quanto alla volgarità non credo che in Zelig sia così presente, anzi consigliato anche ai bambini!

  2. Beh io guardavo spesso Mai dire Martedì, quello lo fanno ancora, è forte… a me piace anche le Iene, anzi mi piace di più perchè lì ci sono anche inchieste e argomenti seri…

  3. Io guardo Zelig da quando lo davano in seconda serata su Italia 1 (praticamente non lo conosceva quasi nessuno).

    Mi ricordo di grandi nomi: Migone, Fontana (James Tont), Manera (Fluooooro), Ale e Franz versione investigatori, il camionista Bottazzi e l’irresistibile Michelle Hunziker.

    Ho gradito il cambio con Vanessa Incontrada (soprattutto nei primi anni davano vita a dei gioiosi tornelli tira bacio spassosissimi) ma non il cambio totale: ormai è diventato una specie di musical, i comici sono diventati omologati e standardizzati e fanno ridere con puzzette e nulla più.

    Dove sono finiti i monologhisti scomodi che dicevano il fatto loro al governo senza mezzi termini (tra cui anche Cassini, ricomparso su La7)? Ormai si sono appassiti, la gente vuol ridere a suon di banalità volgari e quindi si sono mano a mano eclissati, subentrati da comici bravi ma che hanno perso un po’ della verve del vero cabaret.

    Mai dire martedì è bello, l’ho visto ma anche qui alcuni personaggi diventano un po’ stantii, nonostante rimanga un’elevata qualità del cast.

    Colorado Cafè è divertente ma purtroppo non ha il fascino del caro vecchio Zelig, quello dove si sono formati Cornacchione e tanti altri comici del passato.

    Marco

  4. pens che zelig abbia qualcosa in più rispetto all’isola… il dono della comicità e di regalare momenti di allegria, senza urla, schiamazzi e pettegolezzi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: