Pubblicato da: lary1984 | gennaio 14, 2009

Giornalismo online: nuova frontiera della comunicazione

Mi interesso di questo tema del giornalismo online, in questo periodo, principalmente per due motivi, prima di tutto perchè è un argomento di estrema attualità, sentivo infatti un paio di sere fa che al TG1 parlavano del nuovo sito (con caratteristiche di social network e nel quale è implementata anche la web tv), che pare stia facendo affari d’oro, e, in secondo luogo, perchè sto avviando proprio in questi giorni uno stage presso un nuovissimo giornale / tv online. Ecco, la vostra curiosità sul motivo della mia assenza dal blog in questi giorni è in parte soddisfatta, ma ve ne parlerò meglio appena il progetto della testata online sarà definitivamente attivo e visibile a tutti gli utenti del Web.

Credo che il giornalismo online possa avere molti vantaggi rispetto a quello tradizionale cartaceo:

  • TEMPESTIVITA’ DI AGGIORNAMENTO le notizie possono essere aggiornate in qualsiasi momento della giornata, anche senza essere fisicamente in redazione, quindi pure da casa e pure nei weekend, con la possibilità di “battere sul tempo” tutte le testate che escono ad orari precisi e sono limitate da tempi tecnici di scrittura, impaginazione e stampa;
  • CONNESSIONE DIRETTA ALLE FONTI ONLINE in qualsiasi momento è possibile connettersi, consultare e linkare le principali fonti d’informazione online come i giornali, le web tv, le agenzie e le altre fonti finanziarie ed economiche, è possibile ricevere le notizie via mail e pubblicarle istantaneamente sul sito;
  • MULTIMEDIALITA‘ le notizie possono essere sempre corredate da documenti e file multimediali, immagini e video ad esempio, anche creati in proprio oppure riprese da fonti specializzate online;
  • INTERATTIVITA‘ i lettori possono in ogni momento commentare e inviare segnalazioni alla redazione, o tramite l’indirizzo di posta elettronica oppure utilizzando i form di commento dove ciò è previsto nel sito (ad esempio nelle rubriche di opinione), sempre sottoposte alla moderazione dei redattori per evitare perdite di serietà ed episodi di flaming;
  • COSTI CONTENUTI i costi principali di una redazione online sono quelli dei pc, delle strumentazioni video (telecamere, fari, microfoni, scenografia dello studio), delle scrivanie e dell’affitto dei locali, ma vengono annullati i costi della stampa e della distribuzione. La mancata vendita diretta del giornale comporta però un totale affidamento alla pubblicità per “sopravvivere”

Cosa manca a questa lista? Quali altri vantaggi ha un giornale online rispetto a quello tradizionale? Queste sono le opportunità che finora ho riscontrato, ma nel corso della mia nuova collaborazione in redazione non mi stuperei di trovare altri nuovi e interessanti vantaggi. Intanto passo la parola a voi lettori, avete esperienze nell’ambito del giornalismo sul Web? Cosa ne pensate?

Annunci

Responses

  1. ciao Lary, il giornalismo online ha ottimi vantaggi ma il problema è che i mancati incassi del calo delle copie non vengono compensati dalla pubblicità sul sito. E questo porta già a un ridimensionamento dei giornali. Ti consiglio la lettura di questo articolo:
    http://www.internazionale.it/firme/articolo.php?id=21165
    in cui si dice “E ora dobbiamo fare un giornale della stessa qualità con solo due terzi del personale”.

    C’è addirittura chi immagina un futuro senza giornalisti in cui si avrà accesso (come?) direttamente agli eventi; probabilmente è una tecnoutopia (o distopia) ma penso che non avverrà mai

  2. Il giornalismo online ha tutti i vantaggi da te specificati, ed è molto interessante il modo in cui sta cambiando la comunicazione, ma, come detto sopra da Hamlet, il problema sono sempre gli introiti pubblicitari, per pagare le struttura, ma soprattutto i giornalisti. A parte i grandi giornali, e telegiornali – che comunque si sono lanciati tutti su “pubblica il tuo video/foto/notizia – il mondo giornalistico è fatto di piccoli medi giornali locali, o televisioni private, che campano solo di pubblicità e sopravvivono grazie alle notizie (e magari sono gli unici a cacciare qualche scoop – che poi viene puntualmente ripreso dai tg) scovate da giornalisti che stanno per strada tutto il giorno (e mi ci metto anche io tra loro)… giornalisti che spesso vengono trattati da carne da macello, rimpiazzabili a piacere perchè adesso il giornalismo sta cambiando… ognuno ha il suo ufficio stampa (anche il macellaio sotto casa), tutti possono mandare foto e notizie… a che serve più il giornalista? Una firma è sostituibile a piacimento…
    Io penso che l’ideale è l’interazione tra carta stampata e sito internet.
    Poi c’è il discorso dell’alfabetizzazione informatica in Italia… ma vabbè, discorso lungo…
    Hai un blog interessante, tornerò a trovarti…

  3. Grazie a entrambi, ho letto l’articolo segnalato da Hamlet e mi ha colpito questa frase “presto i giornalisti digiteranno gli articoli sul loro computer direttamente nella pagina e controlleranno da soli che non ci siano errori (senza l’aiuto dei grafici e dei copy editor), poi scriveranno anche titoli e occhielli. I capiservizio controlleranno il lavoro e interverranno solo se qualcosa non funziona. E i giornalisti dovranno saper fare molte cose diverse. I corsi di aggiornamento saranno più frequenti, per tenere il ritmo delle innovazioni”… cavolo è proprio quello che sto sperimentando, praticamente tutti dobbiamo essere in grado di fare tutto, di saperci gestire da soli e imparare in fretta, i giornalisti professionisti guardano velocemente quello che facciamo e danno qualche rapido consiglio ma l’idea è quella dell’autonomia totale di tutti, sembra una difficile sfida unire l’autonomia al lavoro di squadra ma in un giornale online è la sfida fondamentale!

  4. Il giornalismo on line ha i suoi lati positivi e quelli negativi. Me ne sto rendendo conto personalmente dopo aver fondato una testata giornalistica on line. Purtroppo non è facile crearsi uno spazio sul web trovando riscontro negli sponsor che alla fine rappresentano la vera risorsa per coloro che vogliono fare questo lavoro poche volte remunerato a dovere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: