Pubblicato da: lary1984 | febbraio 15, 2009

Secondo servizio in esterna: Pd Days

Ieri, il giorno di San Valentino, ho effettuato il secondo servizio in esterna: ho assistito e filmato l’arrivo di Rosy Bindi in città in occasione dei Pd Days. La sala che l’ha accolta, all’Hotel Posta, era davvero molto bella e numerosi erani i cittadini che hanno presenziato all’evento e hanno fatto domande all’onorevole Bindi.

I Pd Days hanno come scopo affermato quello di riavvicinare il partito del Pd al favore del popolo che ha perso un po’ di fiducia in questa minoranza, la quale si fa sentire solo occasionalmente e con poca grinta nei confronti del Governo. Veltroni è un non-leader che non riesce ad alzare la voce e i toni dello scontro politico. Ben cosciente di questa sua non-capacità di farsi valere come opposizione (o come maggioranza se avesse vinto), io non votai Pd nelle scorse elezioni, magari se ci fosse stato un altro leader più capace l’avrei fatto sicuro.

Ho ascoltato il lunghissimo discorso della Bindi (francamente un po’ noioso come molti discorsi del Pd purtroppo) e devo dire che di cose interessanti ne sono state dette. Da un lato, le critiche al Governo su vari temi di attualità, dall’altro, e questa era la parte interessante, le critiche anche interne sui dissapori e le divisioni del partito. Credo che il Pd infatti abbia un grosso limite, limite che non dovrebbe esistere all’interno di un partito di massa: non è unito e non rappresenta un fronte comune e forte per combattere le talvolta stravaganti idee del Governo. Per riuscire a conquistare quella fetta di elettori che si schierano fortemente contro le decisioni di Berlusconi e compagnia, bisogna creare uno schieramento il più possibile compatto e combattivo e così non è per il Pd ora.

Spero che questi Pd Days simbolici servano a qualcosa, ma credo che le azioni concrete sarebbero più utili. Potete leggere l’articolo sulla Bindi su Reggio24Ore e a breve verrà pubblicato anche il video della giornata.

Annunci

Responses

  1. Ho letto l’articolo e visto il servizio, ottimo, e anche il sito mi è sembrato avere ottime potenzialità… continuate così!

  2. Grazie mille Vagabond, continua a seguirci e a darci consigli 🙂 tu sei un freelance o lavori per una testata?

  3. Entrambe! A Roma dirigo un sito (www.sitopreferito.it) ed un free-press mensile che si occupa della zona di Roma nord est (Sitopreferito Magazine), e poi collaboro come freelance per alcune agenzie di Milano.
    Anche noi dobbiamo lanciare una web tv, e per ora stiamo tastando il terreno con alcuni servizi di prova… per me il futuro dell’informazione è lì, però è ancora tutto da vedere… si respira aria di cambiamenti in giro…

  4. Per il nostro mediacenter del giornale ci siamo basati su quello di Msnbc, che considero davvero ben fatto!! i video sono una cosa brigosa da fare, ma se non fai servizi lunghi (max 8 min o giu di lì) diventa più semplice e poi col tempo tutto è facilitato.. piano piano inizieremo a fare 1 o 2 interviste al giorno… vediamo se saremo in grado… ma la web tv è sicuramente il futuro!

  5. Per quanto mi riguarda non è tanto farli i video ma montarli, mixarli e uploadarli che è una rottura (anche se divertente!)…
    Vero è il futuro, ma visto che ci sono tanti cambiamenti nel lavoro di giornalista, vedremo se questi cambiamenti sono buoni o cattivi, e a cosa porteranno (sicuramente ad una rivoluzione del lavoro)…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: