Pubblicato da: lary1984 | marzo 13, 2009

Impazza sempre più la voglia di comunicare

La mania di Facebook è ormai chiara a tutti, ne parlano i giornali, le tv, i blog, le persone, ogni cosa intorno a noi… guardi lo schermo del tuo collega di lavoro e ti accorgi che sta navigando sul popolare social network, ti fermi nella pagina degli aggiornamenti e vedi che la maggiorparte dei tuoi amici è connessa, parli con un tuo vecchio amico e scopri che si è appena iscritto oppure, ed è la cosa più bella in assoluto, incontri amici storici che pensavi di aver perduto per sempre.

E’ quello che è successo a me, ho reincontrato su Facebook un compagno di classe che non vedevo nè sentivo da ormai 5 anni forse e scopro che è in una terra lontana, un paese di guerra e violenza, in missione con l’esercito. Non ne sono stupita, sapevo che quella era la sua scelta e la sua strada, quello che mi stupisce è di averlo risentito, dopo alcune incomprensioni, e di poter facilmente contattarlo nonostante la distanza spaziale e temporale (se pensiamo al fuso orario).  In un click averlo lì, quando un tempo dovevamo aspettare settimane che il postino ci portasse le lettere che ci scambiavamo regolarmente.

Una rivoluzione della comunicazione e dell’informazione. Dopo che i media e la società avevano proclamato la chiusura graduale dell’uomo, l’avvento delle macchine e la fine dei rapporti sentimentali, in quanto relazioni non regolate dai bit e dalla freddezza della tecnologia, ecco che impazza la voglia di sentirsi, di scambiarsi abbracci e baci a distanza, di riappacificarsi e riaccendere le passioni. Un fenomeno che si allarga a dismisura senza distinzioni di età, genere, professione e livello di istruzione.

Così come i social network, si espande il popolo dei blogger, gli scrittori per passione, alcuni esperti, altri solo per divertimento senza pretese, ma in sostanza una massa di gente che ha tante cose da dire e che ha tanta voglia di farsi sentire nel marasma generale di voci. Anche la realtà dei blog comincia a farsi strada nei discorsi mediatici, proprio oggi ne sentivo parlare su Rai 2, ma i social network continuano a vincere per la loro semplicità di gestione e utilizzo, oltre al fatto che richiedono meno impegno per essere mantenuti in vita rispetto a un blog.

Detto questo, ancora una volta ritengo che la potenzialità della Rete sia davvero importante e, se correttamente utilizzata, può essere un ottimo strumento per rilanciare la scrittura e la comunicazione, in passato tralasciate a favore delle macchine e della freddezza dei bit non sociali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: