Pubblicato da: lary1984 | luglio 5, 2009

Il mio viaggio in Calabria dall’1 al 15 agosto 2009

Quest’anno, per le vacanze estive, volevo andare in Corsica, me ne avevano parlato benissimo, anche se mi avevano avvertito: pochi posti prenotabili per le agenzie italiane, i quali vanno praticamente subito a ruba. Detto e verificato, dopo qualche blanda speranza, anche se era soltanto aprile, non c’è stato nulla da fare. E così ho deciso di continuare il tour dell’Italia, il nostro “bel paese”, iniziato in Sicilia nel 2007 e in Sardegna lo scorso anno.

Cartina Calabria - Capo Vaticano

Nell’indecisione fra Puglia e Calabria, mi sono buttata sulla Calabria e, nello specifico, sulla zona di Capo Vaticano, a 10 km da Tropea, sulla costa tirrenica, nel Comune di Ricadi (VV). Il promontorio di Capo Vaticano è situato di fronte a Stromboli e alle Isole Eolie, da qui si può vedere la Sicilia con il bel tempo. Famosa la baia di Grotticelle, formata da tre spiagge contigue. Capo Vaticano è considerata la terza spiaggia più bella d’Italia e fra le 100 spiagge più belle al mondo, inoltre, è uno dei territori più famosi per la produzione della tipica cipolla rossa. Spiagge suggestive, mare cristallino, un’enorme varietà di prodotti locali rendono questo luogo indimenticabile.

Capo Vaticano - Calabria

Il viaggio inizierà la sera del 31 luglio, partenza da Reggio in auto alla volta della Calabria, per poi arrivare al residence “Il Gattopardo” nel pomeriggio del 1 agosto, inizio del soggiorno. Abbiamo prenotato un bilocale, 1 km dal mare, zona panoramica con vista sullo stretto di Messina, immersa in un giardino mediterraneo.

Eccomi di ritorno dalle ferie! Sono stati 15 gg all’insegna del caldo (soprattutto all’interno dell’appartamento nelle ore notturne) e degli insetti (zanzare, mosche e falene, oltre a grossi lucertoloni, che ci tenevano compagnia anche in casa). La zona di Capo Vaticano è sicuramente molto interessante da vedere sia a livello paesaggistico che turistico, ma c’è un forte business di sfruttamento dei poveri “vacanzieri” che ho notato: parcheggi tutti a pagamento, multe, prezzi al rialzo, spiagge libere solo per metà e servizi nati sul momento per le più disparate esigenze. Ad esempio le barche “navetta” per le spiaggette raggiungibili solo in gommone (forse le più belle) e le “navette” hotel-spiaggia per fortune incluse nel prezzo di soggiorno. Tropea, anche se cara, è una città molto caratteristica, a picco sul mare, con tante specialità e punti panoramici, mentre le spiagge migliori, oltre a Grotticelle, sono a Marina di Zambrone, Scilla (a sud verso Reggio Calabria) e la Baia del Tono. Stupefacente la vista dello Stretto di Messina dalla terrazza sul Capo (accanto al faro) e lo Stromboli ben visibile al tramonto dal golfo di Gioia Tauro.

Annunci

Responses

  1. Su Facebook Federica mi segnala quanto segue:

    “Oh mamma che bello!!! Lara ti assicuro che vedrai dei posti incantevoli!!

    Non puoi ovviamente non andare a Tropea e lì non puoi non assaggiare la ‘nduja: quella che fanno lì è di una bontà assoluta; devi però essere brava nel mangiare le robe piccanti, altrimenti sarai talmente inondata dal bruciore che nn sarai in grado di distinguere il gusto.

    Altra meta è ovviamente la vicinissima Pizzo: è un paesino molto piccolo ma abbastanza vicino da Tropea. Lì c’è il castello dove è stato fucilato Murat e una splendida piazza con vista mare. E un pò scomodo come paesino perchè c’è poco parcheggio per le macchine ma d’altra parte la macchina è l’unico modo per raggiungerlo (in calabria ci sono ben pochi servizi corriera e le strade fanno schifo!)… vale la pena cmq visitarlo!!

    Non dimenticare di assaggiare il tartufo di pizzo: è un gelato imbottito che è la fine del mondo!!!!

    Un’altra meta abbastanza facile da raggiungere è Serra San Bruno dove lì puoi visitare la famosa Certosa. Serra san bruno è una meta esclusivamente religiosa, perchè a parte qllo non c’è altro!!

    Dato che hai la macchina, io ti consiglierei di farti un’oretta di viaggio in più e andare a vedere molto più da vicino la sicilia… credimi, ne vale proprio la pena!

    Potresti arrivare fino a reggio calabria (da vedere: il lungomare – è stupendo e di notte è molto movimentato,se dovessi andarci ricorda di prendere un gelato da ‘cesare’ , è un chioschetto verde minuscolo proprio all’inizio del lungomare-, il museo conserva i bronzi di riace e vale la pena vederli dal vivo), o almeno fermarti a scilla (il castello arroccato sul mare è favoloso!).

    Possibili Mete ini montagna sono legate alla Sila.

    Io ti consiglio qlla ‘cosentina’ perchè l’antagonista ‘catanzarese’ è meno ricca e organizzata. Qui però si tratterebbe di allungare parecchio il viaggio. Cs si trova a nord (praticamente ci passi all’andata) e qndi ammetto che ti verrebbe un pò scomoda come tappa.

    Sarebbe cmq bello vedere i famosi ‘giganti della sila’ e assaggiare il caciocavallo silano…

    Altri consigli non me ne vengono al momento.

    Ricorda cmq che sei in Calabria, i posti sono bellissimi ma spesso privi di un organizzazione adeguata. Dove andrai tu poi, non c’è un granchè di movimento: i locali qndo ci sono, sono carini ma semplici; non ti aspettare la Riviera Romagnola insomma, però ti posso assicurare che ci si diverte lo stesso!…

    Buon viaggio!!!”

  2. ti invio il link di un sito di Pizzo che è un paese non tanto piccolino..
    http://www.pizzocalabro.com;
    se ne hai voglia per mangiare del pesce fresco, puoi passare anche negli spacci delle pescherie a Vibo Marina, dopo le 17:00, quando tornano i pescherecci dalla battuta di pesca.

  3. Si infatti non è molto piccolo…mi correggo!!
    E’ un bel paesone che però si visita in molto poco!

  4. Buon viaggio e buon relax! Ricarica le energie per le stressanti settimane di fine agosto!
    Peccato che le vacanze durino troppo poco…

  5. Grazie a tutti per i consigli… Scilla è stato uno dei posti più belli in assoluto (che mare..) così come Tropea (cara rabita) e naturalmente Capo Vaticano. Pizzo non l’ho apprezzato molto, forse perchè ho visto la spiagga con la pioggia e ho fatto della colonna causa un incidente! Molto bello Zambrone, meno Nicotera. Peccato per la Salerno-Reggio Calabria, un’autostrada che fa odiare tutto il tragitto fino alla Calabria… il mare è bello, alcune spiagge meritano molto (anche se alcune raggiungibili solo in gommone e visibili solo dall’alto dunque), ma c’è troppo business sui parcheggi e contrario ai turisti!

  6. hanno tutti perfettamente ragione , la Calabria con aspetative “da sogno” ti delude quando la devi approcciare (strade,disorganizzazioni,brutte costruzioni abusive, tendenza alle ruberie di alcuni abitanti, etc etc)… e ve lo dice un calabrese che la Calabria ” la tiene nel cuore ” , ma ne vive , da tanti anni, ormai lontano.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: