Pubblicato da: lary1984 | settembre 27, 2009

Pd, delirio Congressi… ma servirà a qualcosa?!

Pd CongressiHo deciso di scrivere un post sui Congressi in corso nel Pd, perchè è da qualche giorno che noto una certa “isteria collettiva” sui risultati, sui dati, sulle percentuali e tutto il contorno di polemiche, rabbia repressa, rivendicazioni e acclamazioni per l’uno o l’altro candidato.

Ora, in altro post, avevo dichiarato apertamente il mio sostegno, fuori dai giochi s’intende visto che non mi iscriverei mai, ora come ora, a un partito come il Pd, a Ignazio Marino, l’unica vera alternativa laica e di sinistra. Però, in questi giorni, infastidita dal coro di rumorose voci che circolano continuamente sul vincitore e sul perdente, mi comincio a chiedere quanto di “strategia pubblicitaria” ci sia in questa candidatura alla segreteria. Insomma, il Pd è nato con grandi speranze e grandi valori, sulla carta, ma poi è risultato essere un partito vuoto e incapace di fare opposizione reale. Ora, per smuovere la massa, abituata agli show del premier e alla “discussione ad alta voce” della maggioranza di Governo, i piddini decidono di suscitare clamore con questa “corsa alle primarie”, che non risparmia colpi bassi.

In fin dei conti, volendo essere coerenti ed escludendo dunque Marino, che differenza c’è tra Franceschini e Bersani? Loro due si stanno giocando la vittoria a fil di preferenza, agitando gli animi e le prese di posizione, ma alla fine cosa ci può dare uno più dell’altro? Tutti e due sono volti noti e stranoti; uno è un politico, l’altro è un amministratore, forse questo può cambiare le cose, ma poi entrambi, si sa, convergono verso il centro e cosa mai potrà cambiare alleandosi o “stando vicino” ai conservatori? Entrambi non hanno detto nulla di nuovo sul Pd, parole parole parole, ma quanti fatti poi? Io non vedo questa gran novità o aria di rinnovamento!

Non credo cambierà molto se vince l’uno o se vince l’altro! Il Pd ha bisogno di essere re-inventato, ri-pensato, completamente stravolto; ma soprattutto ha bisogno di un leader vero, una specie di Obama per noi italiani che sappia porre un freno al leader di centrodestra! Uno di pari livello ma che sappia contrapporre la serietà alla marea di eventi di dubbio gusto che coinvolgono il premier! Marino avrebbe le idee per farlo, ma non è sufficientemente leader. Non so se a sinistra esiste un leader di questo tipo, di certo però non lo si può trovare nell’ala centrista di Bersani e Franceschini. Bisogna guardare più a sinistra e in quella fascia, qui sta il problema, si vede solo un grande, immenso e triste vuoto, il vuoto di una fetta di italiani non più rappresentata in Parlamento.

Annunci

Responses

  1. […] e secondo perchè non ho votato (il motivo al punto 1) e quindi mi sentivo poco coinvolta (vedi questo mio vecchio post).  Stamattina però ho letto questo articolo di Giovanna Cosenza e non posso fare a meno di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: