Pubblicato da: lary1984 | ottobre 11, 2009

“Bastardi senza gloria”, un film capolavoro del Maestro Tarantino

Bastardi senza gloriaCredo che non basterebbe un libro di semiotica per spiegare la complessità dell’ultimo film del Maestro del cinema Quentin Tarantino. Io ho provato, appena dopo la visione, a fare il punto di quello che ho visto e percepito, si tratta di interpretazioni puramente personali, e forse devianti, ma mi piacerebbe conoscere le vostre opinioni e le vostre prospettive sul lungometraggio “Bastardi senza gloria“.

Dal punto di vista generale, mi pare che il film si costruisca su due linee parallele di lettura. Da un lato, una lettura semplice per uno spettatore “ingenuo”: c’è una storia che fila perfettamente, con un inizio-uno svolgimento-una fine, una serie di personaggi e ruoli e tutti i vari passaggi dei racconti tradizionali. Da questo punto di vista è un film facile da gustare e capire. Dall’altro lato, per uno spettatore più “colto”, c’è una linea di lettura più semiotica, basata su significati paralleli, metacinema e le tipiche citazioni che il caro Tarantino ama inserire nei suoi prodotti cinematografici.

Mi interessa dare un’occhiata soprattutto a questa seconda linea di lettura, più complessa, più difficile da districare, che rende ancora più interessante un film già capolavoro nella prima linea di lettura “ingenua”. Ecco i punti salienti che ho percepito, oltre naturalmente al grande tema della vendetta, un must di Tarantino:

Metacinema, il cinema parla di se stesso. Tramite la figura dell’esperto e critico cinematografico, l’ambientazione nel cinema francese, i rinvii ad alcuni registi famosi del passato e le immagini inerenti il processo di ripresa e produzione delle pellicole è possibile ricevere un’infarinatura su teorie e tecniche cinematografiche;

La fiaba e il fumetto entrano nel film. Alcuni meccanismi chiave dei fumetti, come i callout, le scritte, le espressioni dei personaggi vengono riprese nel film; nello stesso modo viene ripresa la suddivisione in capitoli e c’è anche un cenno alla favola di Cenerentola (la scarpetta);

Una miscela di lingue e generi cinematografici. E’ facile notare il richiamo al genere western (mexican standoff in birreria), al genere sentimentale (la “casa nella prateria” a inizio film), al genere storico (Hitler sullo stile del film “La caduta” e le immagini dei film del Terzo Reich), al genere gangster (gli attori siciliani alla première), con un po’ di splatter-horror tanto amato da Tarantino. Il film è anche una miscela di lingue diverse, nella versione originale ci sarebbero l’inglese, l’italiano, il tedesco e il francese.

Forte simbolismo. Questo punto potrebbe estendersi per un libro intero, espandersi su interpretazioni più o meno corrette. Io ho visto diversi significati all’interno del film che probabilmente per gran parte ho già dimenticato, ma proviamo a fare un breve elenco (verrà aggiornato mano a mano che mi viene in mente, aiutatemi voi).

> Ruolo del “nero”, l’unico che alla fine ottiene la “gloria” = una specie di Obama che porta al lieto fine
> Diplomazia vs. Azione = nelle scene finali quelli che discutono non hanno la “gloria”, chi agisce sì
> Gioco delle carte e dei personaggi = l’incapacità di essere se stessi, gli ufficiali interpretano “un ruolo”
> La vendetta consumata lentamente dell’ebrea (successo) vs. la vendetta feroce dei Bastardi (insuccesso)
> La svastica marchiata in fronte = il nazismo come segno indelebile

Annunci

Responses

  1. L’hai visto in lingua originale o doppiato in italiano?

  2. L’ho visto in italiano, quindi l’inglese non l’ho sentito… però gran parte del film è in tedesco e l’ho trovato molto più realistico rispetto a un film completamente doppiato.

  3. Adesso ho ancora più voglia di andarlo a vedere! 🙂

  4. ottima descrizione del film! Tarinatino fin dai suoi esordi ci ha abituato ad un modo di girare del tutto unico e credo che i suoi “adepti”, vedi Robert Rodriguez con Planet Terror, possano continuare a far ampliare a dismisura questo genere di “Cinema”.

    (www.trt.splinder.com)

  5. scusami ma come al solito pasticcio sempre con la tastiera… 😦 dicevo: Tarantino e non Tarinatino…nonstante questo nome mi piaccia molto!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: