Pubblicato da: lary1984 | novembre 26, 2009

Chi vuole la statua di Padre Pio in centro a Bagnolo?

Pensavo fosse ormai una leggenda, invece è vero. Da qualche mese è cominciata una vera e propria raccolta fondi a Bagnolo in Piano (RE) per costruire una statua di Padre Pio in piazza o comunque in centro storico. Addirittura nei locali pubblici del paese sono stati attaccati volantini del Comitato che organizza la raccolta del denaro a favore di questa opera (e quel che rimane a favore di Casainsieme).

Ora, non ho assolutamente nulla in contrario alla costruzione di una statua di Padre Pio a Bagnolo, così come non ho assolutamente nulla in contrario rispetto alla raccolta fondi benefica che questa associazione porta avanti. Quello che mi preme sottolineare è che c’è un ordine di priorità e in questo momento la priorità è salvare tante famiglie di lavoratori dalla crisi.

A Bagnolo, come in tutti gli altri paesi della provincia reggiana, alcune aziende stanno soffrendo il calo dei fatturati e molti dipendenti sono finiti in cassa integrazione (vedi alcune manifestazioni della Fiom-Cgil). Le famiglie faticano ad arrivare a fine mese e il Comune ha le casse sempre più vuote. Non mi sembra il momento giusto per mobilitarsi e orientare gli sforzi sulla costruzione di un’opera non urgente nè collettivamente sentita. Piuttosto sarebbe tempo di sistemare la piazza (tra l’altro piena di buche davanti alla Chiesa).

Apro questa discussione per sentire il parere dei reggiani e degli amministratori, anche sui tempi dei lavori di sistemazione del centro storico bagnolese.

Annunci

Responses

  1. COMMENTI DA FACEBOOK:

    – Alberto: Dopo il busto di Lenin a Cavriago…Padre Pio a Bagnolo

    – Katia: ho letto il tuo articolo, mi dispiace dirti nuovamente che le cose non stanno esattamente come dici tu. L’informazione che dai non corrisponde al vero. In questa cosa non c’entra ne l’Amministrazione ne Casainsieme. Non voglio essere pedante, ma il tuo lavoro, come il mio, pretende la raccolta veritiera delle informazioni prima di pubblicarle….

    – Io: Infatti so che non c’entra nè l’uno nè l’altro. Casainsieme entra nel discorso perchè, come scrivo, i fondi ricavati in surplus dall’associazione per la statua verranno dati a Casainsieme (così sta scritto nel volantino almeno, se non ricordo male). L’amministrazione non c’entra ma il permesso per costruire la statua arriverebbe dal Comune o erro? cmq il mio articolo non voleva essere di pura polemica, tengo a precisarlo, volevo sapere che ne pensano amministratori e cittadini della possibilità di costruire tale opera. Già Alberto anche a Bagnolo un simbolo… peccato che lo trovo poco connesso con Bagnolo!

    – Katia: avresti dovuto mettere giu il pezzo in altro modo dato che denoti di essere informata. Non vedo il nesso dell’ipotetica statua con le priorit… Mostra tuttoà delle politiche sociali verso le famiglie, le buche da chiudere e tanti altre cose di importanza rilevante per la conumità. Questo discorso di Padre Pio è una cosa assestante il cui rilievo non è un fatto “di cronaca”. Ultima cosa, non coinvolge ne la piazza, ne il centro storico, non so chi ti abbia informato di questo. Mi dispiace che non ci parliamo mai ma battibecchiamo solo nel virtuale. Io sono per i contatti diretti poi si passa ai media di qualsiasi tipo.

    – Io: cara Katia non credo che questo sia un battibeccare, ma una discussione costruttiva 🙂 invito i lettori a continuare la discussione sul mio blog in modo che possano leggere tutti gli interessati e non solo i miei amici! Ritengo che sia una bella iniziativa quella della statua ma che cada in un momento sbagliato… se il Comune dovrà mai approvare il progetto (dove verrebbe sistemata la statua?), prima sarebbe bene pensasse ad altro… questo era il mio discorso…

    – Katia: Lara la discussione ed il confronto sono sempre costruttivi, alvo per chi fa polemiche sterili ( troppa gente lo fa purtroppo), l’iniziativa statua è tutta da vedere e segue un iter tutto suo…. per le altre cose ti posso garantire che stiamo lavorando, ci stiamo mettendo tutto ciò che possiamo. Ti lancio una palla….mi dirai delle iniziative del periodo natalizio….. a presto ed un salutissimo!

    – Marco: un’iniziativa patetica! degna del peggior paesino retrogrado dell’italia meridionale! ancora, semplicemente penosa!

  2. La statua di Padre Pio, se verrà realizzata, cosa non del tutto probabile visto che la concessione di un terreno pubblico ( nè in piazza nè in centro storico: i due luoghi sono stati esclusi da subito) aprirebbe un precedente per cui chiunque potrebbe chiedere di impiantare statute in giro per il paese, verrà realizzata con le offerte raccolte da chi propone la realizzazione. La stessa persona si è impegnata a devolvere in beneficienza la somma raccolta qualora non se ne facesse nulla o qualora non fosse sufficiente a costruire la statua medesima.
    Francamente non vedo tutto questo scandalo; rimango poi sempre molto stupito di questa improvvisa furia anticlericale da parte di appartenenti, ancorchè in posizioni di minoranza, a forze politiche che non si fanno scrupolo di proporre accordi politici con l’UDC ( forza notoriamente ultracattolica e conservatrice) e che teorizzano l’incontro tra cultura cattolica e socialista al punto da farci un partito….mi deve essere sfuggito qualcosa negli ultimi anni con tutte queste conversioni e riconversioni! Io rimango della mia idea: lo stato deve essere laico, questo però non significa non rispettare il sentimento religioso dei cittadini che , ci piaccia o no ì, c’è! Come sempre il problema non sono nè i crocefissi nè le statue di padre Pio, ma lo strapotere dei cardinali e della curia vaticana che ficcanasa costantemente nella vita politica italiana!!

  3. totalmente in disaccordo con daniele.
    1) cio’ che si dice in paese è che le promesse stavolta ci sono state, chiare, esplicite e “apicali” !
    2) il pd non è sicuramente nato su base fideistica, nè con gli amici della margherita nè (se mai sarà) con la udc. ed in ogni caso così come c’e’ chi non ha rinunciato alla sua fede, c’e’ chi non ha rinunciato a immaginare, sperare e lavorare per uno stato laico e affrancato dal vaticano
    3) che infine non sia un problema per una società moderna del xxi secolo, questo amore per le icone, statue e immagini sante, beh,mi pare che si aprirebbe un dibattito per ciechi! come si fa a non vedere che un popolo che ha ancora di bisogno di santi e di eroi, è un popolo ancora in via di sviluppo??
    4) sbagliero’ sicuramente io, ma lo spirito religioso , cattolico anche, si dovrebbe esprimere in ben altro modo
    5) per chiudere, che se la mettessero in chiesa. in casa propria nessuno dovrebbe aver nulla da dire! ciao marco cat


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: