Pubblicato da: lary1984 | febbraio 21, 2010

La fine di un’epoca… quando Sanremo si trasforma in talk-show

Sanremo ha sempre avuto una grande reputazione. Programma serio, “abbottonato”, di spessore, molto legato alla tradizione. Eccezionali cantanti, ospiti di rilievo internazionale, conduttori di lunga esperienza, scenografie e musiche che lasciavano un segno. Poi qualcosa è cambiato, quando la Rai è diventata “Raiset“.

E’ un processo che da anni si fa sempre più pressante. I canoni, lo stile e i contenuti tipici delle reti Mediaset, quelle “commerciali” per intenderci, vengono copiate e rielaborate all’interno dei palinsesti Rai. E’ accaduto per i reality show (dal Grande Fratello di Canale 5 all’Isola dei Famosi di Rai 2), è accaduto per i talent show (da Amici di Canale 5 a X Factor di Rai 2), infine i talk show, tutti quei dibattiti dove la polemica e il litigio sono protagonisti.

Sanremo, in questa fase dove Rai e Mediaset tendevano a fondersi, ha sempre mantenuto le distanze, restando fermamente aggrappato alla tradizione e ai valori che da oltre 50 anni lo contraddistinguevano. Parlo di 50 e non di 60 anni, perchè, secondo me, già da qualche anno qualcosa è cambiato. Conduttori Mediaset si sono a poco a poco impadroniti del Festival della Canzone italiana (pensiamo ad esempio a Bonolis) e lo hanno reso meno serio. Vallette, comici, cantanti prelevati da talent show Mediaset (come Carta, risultato poi vincitore) hanno cominciato ad apparire sempre più frequentemente… fino a questa edizione, la 60esima, la fine di un’epoca.

Un gran numero di artisti scoperti dai programmi per i giovani talenti, l’arrivo sul palco di Maurizio Costanzo, l’inserimento della spazio di discussione stile talk show e l’inizio delle polemiche, ma non le semplici e banali polemiche che accompagnano sempre il Festival, stavolta una rivolta generale del pubblico in sala (che fischia e urla), dell’orchestra (che lancia gli spartiti), degli utenti sul web… un grande calderone dove le canzoni passano in secondo piano e le discussioni diventano le reali protagoniste della gara. Il programma fa audience, ma non per la bravura degli artisti, bensì per tutto il contorno.

Il meccanismo del televoto (anche questo un prodotto della tv commerciale) si fa sempre più oscuro… quanto davvero conta e quanto contano invece le leggi del mercato e dello share? E’ un interrogativo che si diffonde fra il pubblico. In finale arriva l’artista più discusso, in modo inspiegabile, e non abbiamo nessuna prova di come questo sia avvenuto… Una cosa è certa: Sanremo da oggi non sarà più lo stesso e si continuerà a parlare di questo Festival ancora per lungo tempo, a vantaggio di Raiset.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: