Pubblicato da: lary1984 | gennaio 9, 2011

Hereafter, la nuova fatica di Clint Eastwood

Il regista Clint Eastwood, il produttore Steven Spielberg e lo sceneggiatore Peter Morgan insieme per un nuovo e interessante fantasy drammatico con Matt Damon: “Hereafter“. Al centro del lungometraggio tre storie parallele che trattano un tema allo stesso tempo inquietante e affascinante… la morte.

Fra le tre storie raccontate, in mezzo a diversi riferimenti di cronaca e temi quanto mai attuali, che rendono la pellicola più vicina alla realtà, quella che più mi ha colpito è certamente la vicenda dei due gemellini costretti in una situazione familiare difficile e penosa. La perdita in questo caso viene vissuta ad un livello ancora più profondo.

Altra caratteristica del film che mi ha colpito è la descrizione dell’aldilà. Non solo da un punto di vista delle sensazioni che si provano, ma anche le immagini, i volti e i profili non sempre ben distinguibili di chi ci accompagna nel viaggio di trapasso. La storia del tunnel, del passaggio buio-luce. Questa rappresentazione del film è particolarmente aderente alla mia rappresentazione della morte.

La storia del sensitivo è chiaramente l’aspetto più “blockbuster” del film, quello creato per attirare l’attenzione del pubblico e guadagnare soldi. Ma è anche l’input per la trama stessa del film, la chiave per parlare di argomenti che, allo stesso tempo, incuriosiscono e spaventano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: